HOME         IL PROGETTO / I MAESTRI / ROOMS / DIDATTICA / PAROLE
Maria Rebecca Ballestra

Opere





Maria Rebecca Ballestra è stata un’artista visionaria, con la sua sensibilità ha saputo leggere e intravedere già nel 2009, quello che stiamo vivendo in questi giorni.  Il  progetto Global Plots (trame globali) sul tema delle pandemie e dell'interconnessioni già rifletteva sugli impatti della globalizzazione, di come le distanze abbreviate tra i continenti e la velocità avrebbero reso facili la proliferazione e diffusione di virus e pandemie.  

Art - Life è un lavoro realizzato in Groenlandia,
il potere creativo e generativo della Natura è  affiancato
al potere sciamanico dell'Arte (scritte su carta, osso, legno
e nummite, una pietra che esiste solo in Groenlandia e che gli sciamani inuit usano per i viaggi astrali).

L’opera Skin#2 è un omaggio al Deserto del Gobi (fotografie + ossa), uno dei luoghi in cui la vita dell'uomo è più integrata e interconnessa con la Natura, dovuto anche alle estreme e difficili condizioni di vita. Vita e morte sia degli animali che delle persone sono messi sullo stesso piano di valori. L'opera è accompagnata da un testamento morale da mettere su una mensola. Si tratta si una nuova serie di lavori, tutti omaggi a luoghi naturali che l’artista ha visitato, tutti accompagnati da un testamento morale: 
“ l'opera rappresenta per me un atto restitutivo, che l'osservatore può considerare come un'opera d'arte,
o un oggetto contemplativo, o un oggetto di consumo, etc.”

“Si tratta di lavori sulla riconnessione con la Natura, sono entrambi due lavori del mio progetto sui deserti ancora in corso.”

Maria Rebecca Ballestra



         




Artista visiva, Maria Rebecca Ballestra nasce a Sanremo (Italia) nel 1974, si diploma all’Accademia di Belle Arti di Firenze e studia presso la Facultad de Bellas Artes di Granada (Spagna). Dal 1994 le sue opere sono state esposte in mostre collettive e personali, musei,
gallerie e fiere d'arte e fanno parte di collezioni pubbliche e private, sia in Italia che all’estero.

Maria Rebecca ha vissuto e lavorato in condizione nomadiche (ha visitato circa 65 paesi) facendo
del viaggio il suo principale strumento di indagine. Maria Rebecca Ballestra realizza progetti transdisciplinari che enfatizzano aspetti ambientali e sociali, come nel progetto biennale Journey into Fragility (201214), orientato alla percezione del futuro in relazione ai cambi climatici e ai molteplici interventi dell'uomo nell'ambiente naturale.
Nel 2016 fonda in collaborazione con l'Università Ca’ Foscari di Venezia la prima edizione del Festival per la Terra – visioni sostenibili nell'arte e nella scienza, un
forum internazionale sulle tematiche ambientali per
sensibilizzare l’opinione pubblica sull’urgenza ambientale. Negli ultimi tre anni Maria Rebecca è stata impegnata in un nuovo progetto artistico a lungo termine,
Echoes of the Void, con cui ha investigato il significato geologico, culturale, spirituale e ambientale dei più grandi deserti del mondo.

Vincitrice di diversi premi internazionali negli Stati Uniti (Award Honorable Mentiondella Santo Fondation), Corea (Busan Sea Art Festival della Busan Biennale), Svizzera (Universum Donna) e Italia.







Creval promuove questo progetto di valorizzazione del capitale umano espresso dall’arte e dal pensiero profondo per una nuova sostenibilità ambientale e sociale.


credits


I contenuti artistici dell'intera piattaforma sono protetti ai sensi delle norme che regolano il Diritto d'Autore (art. 2576 del Codice Civile, Legge 633/1941 e successive modifiche e integrazioni, D.Lgs n. 68/2003), e da quelle concernenti la proprietà intellettuale. Tutte le opere appartengono ai rispettivi autori che ne detengono tutti i diritti.
Tali opere  quindi non possono essere utilizzate per uso personale in mancanza di autorizzazione, richiesta e ottenuta presso i soggetti interessati.