HOME         IL PROGETTO / I MAESTRI / ROOMS / DIDATTICA / PAROLE



           


La Commissione delle Nazioni Unite sull’ambiente e lo sviluppo (Wced) con il rapporto Brundtland nel 1987 definisce lo sviluppo sostenibile come “lo sviluppo che soddisfa i bisogni del presente senza compromettere la capacità delle future generazioni di soddisfare i propri”. Lo scenario che stiamo vivendo è nettemente distante da questo impegno prefissato.


             



Questo sito-progetto vuole essere un dialogo interculturale, un’opera fluida che attraversa vari settori e varie epoche, in maniera interdisciplinare e senza preconcetti in modo da offrire possibili spunti per possibili soluzioni, per aiutarci nel nostro percorso verso il corretto equilibrio Uomo Natura.

Giuseppe La Spada



LA RICERCA CONTEMPORANEA


             

Questa Room raccoglie gli artisti con cui è nata la gestazione
del progetto, giovane linfa di Essere Ecosofia, che interpreta le attuali e urgenti necessità del mondo in cui viviamo.





NATURA QUIETA / NATURA AGITATA


             


Questa Room gioca sulla contrapposizione dialettica fra le due manifestazioni di natura: quella placida estatica e armoniosa – cara ai contemplativi del XIX secolo – e quella sturm und drang – che ha travolto i secoli del Romanticismo. 12 autori contemporanei ne interpretano i lati espressivi mettendo in scena i due opposti, fra armonia e fragilità
di un pianeta solo.





Rooms

IN QUESTE STANZE TEMATICHE SARA’ POSSIBILE VISIONARE
IL LAVORO DI TUTTI GLI ARTISTI CHE HANNO VOLUTO
INVIARE IL LORO PREZIOSO CONTRIBUTO.



Seguici sui nostri canali social per avere tutte le anticipazioni e sapere
quando saranno aggiunte nuove opere e nuovi spunti di riflessione.
















Creval promuove questo progetto di valorizzazione del capitale umano espresso dall’arte e dal pensiero profondo per una nuova sostenibilità ambientale e sociale.


credits


I contenuti artistici dell'intera piattaforma sono protetti ai sensi delle norme che regolano il Diritto d'Autore (art. 2576 del Codice Civile, Legge 633/1941 e successive modifiche e integrazioni, D.Lgs n. 68/2003), e da quelle concernenti la proprietà intellettuale. Tutte le opere appartengono ai rispettivi autori che ne detengono tutti i diritti.
Tali opere  quindi non possono essere utilizzate per uso personale in mancanza di autorizzazione, richiesta e ottenuta presso i soggetti interessati.